Presentazione

13231224_10209332474699999_1577557459_nSono una persona munita di notevoli capacità introspettive (talvolta inutilizzate), di un canale emotivo fluido, una discreta quantità di idee fertili, una linfatica dose di predisposizione letteraria (qualunque cosa comporti) . Sono una persona intelligente e ragionevole, talvolta ossessiva, talvolta distrattamente compulsiva. Sono sprovvista di perseveranza. Sono un’individualista sfegatata. Portatrice sana di eccentricità ed appariscenza. Sono ostinatamente ingerente nei confronti dell’irragionevolezza e dell’ ingiustificatezza sfrontata altrui, le quali tirano fuori la parte più intransigente e malevola che possiedo e nei confronti delle quali perseguo una mania di sabotaggio rancoroso da cui traggo consolazione e appagamento tirannico. Sono dispotica e melliflua. Di pensiero decadente e fatalista. Diligentemente imprecisa. Spropositatamente esistenzialista. Fermamente introversa. Spesso abitudinariamente annoiata, presso le esigenti ore di benefica solitudine della mia esistenza. Insicura. Drastica. Inerte di fronte a varie avversità. Tendenzialmente intempestiva. Timorosa. In date situazioni abbastanza vacua. Spesso ingiustificatamente prolissa e speciosa(ehssi), logorroica e inadatta. Onesta fino alla sanità mentale, ma non cristallina. Buona, eppure temibile per la tenuità con cui mi riservo di apprezzare e comprendere atti di pura, oscura cattiveria. Non sono una persona temeraria. Detesto il fatto che più acquisisco esperienza e più mi affievolisco sensorialmente. Mi definisco poliamorosa, bisessuale/pansessuale e Borderline indiagnosticabile oramai, anarcofemminista, appassionata lettrice, con una predisposizione da libraia e una spiacevole, innata capacità di percepire le soggettività che si dipanano dai soggetti rispetto alle dinamiche della circostanza. I libri non sono oggetti e io non ammetto di prestarli, lasciarli, piegarli e perderli, me li porto “tutti” appresso, seguendo il criterio emotivo momentaneo, esagerando col peso. Potresti vedermi girare per strada ingobbita da un grosso zaino o appesantita da una straripante borsetta. Spesso mi rifugio in atteggiamenti artificiosi, soprattutto quando la sobrietà mi si appiccica addosso per insicurezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...